DnD: la sfida dei 30 giorni parte 18

agosto 29, 2013 § Lascia un commento

Day 18: Mostro preferito (Immortale/Esterno)

Green Slaad

Green Slaad

OK riprendiamo sta cazzata dopo la breve/inesistente pausa estiva. Ammetto che ho tenuto in caldo questa domanda anche prima di andare in ferie perché ho voluto rifletterci prima un po’ su. Apprezzo in particolare la finezza dell’inventore di sta checklist per aver scritto “Immortale” come omaggio ai giocatori di Mystara (o più strettamente di BECMI) ma purtroppo io a Mystara ci ho giocato molto poco e quindi parlerò solo ed esclusivamente di abitanti dei mondi esterni in senso più “old school”.

Innanzitutto, quando si parla di entità esterne si parla dei miei “mostri” preferiti. Tutti loro. Sin da quando scoprii i piani di esistenza sul vecchio Monster Manual demoni e simili hanno sempre avuto un loro fascino esoterico che gli altri mostri (ad esempio, i goblinoidi) proprio non hanno. Ho sempre voluto (non sempre riuscendoci purtroppo) creare una particolare atmosfera di inquietudine attorno alla presenza di queste creature, un aura di suspense diciamo “da film horror”, dove gli esterni “immondi” fanno parte di un plot riconducibile a culti satanici o roba del genere. I miei demoni non erano semplicemente ogre con gli incantesimi ma creature legate a culti sotterranei, capaci di mali indicibili, portatori di corruzione e follia. Una volta entrati in gioco, c’era più in gioco che qualche punto ferita. Purtroppo questo approccio richiede anche un certo coinvolgimento emotivo da parte dei giocatori, il giocatore “amatoriale” difficilmente riuscirebbe ad apprezzare questo tipo di approccio. E’ vero che in questo senso forse i vecchi Diavoli avrebbero fatto un servizio migliore ma i demoni hanno sempre avuto nel complesso un feel più interessante. L’arrivo dei Daemon, dei Demodand, dei Deva e degli altri “mostri” del MMII ha portato nuova linfa e nuova profondità ai piani esterni. A questo si aggiungano incantesimi particolari, rituali e circoli di protezione vari sparsi per infiniti manuali, e anche senza riorganizzazione il mondo dei mostri “esterni” era fighissimo. Ho già parlato di Planescape e di come quel setting a mio avviso NON abbia assolutamente seguito quella linea di pensiero. Non dico che si trattasse di una brutta ambientazione: solo che l’idea del culto malvagio opposto alla religione imperiale che sacrifica i bambini dei pastori non rientra nell’ottica delle avventure di PS.

Parlando nel dettaglio di esterni preferiti, se dovessi sceglierne alcuni direi che possa citare il planetar – figa anche la citazione delle 4 ali piumate – dove D&D incontra la  mitologia cristiana c’è sempre qualcosa di speciale in gioco;, i lemuri – sacchi di carne sciolta e demente; il mezzodaemon (ma tutti i daemon in genere, anche nella loro ultima incarnazione di Pathfinder come descritti in Horsemen of the Apocalypse, MAGNIFICO supplemento a livello dell’intramontabile The Great Beyond); i recenti qlippoth; gli Xag-Ya e Xeg-Yi esseri di pura forza elementale negativa o positiva; e praticamente tutti i demon lord di AD&D.

Citando una razza su tutti però, devo dire che la mia preferita rimane quella degli Slaad. Mostruose e potentissime rane antropomorfe nate dal Caos primordiale, hell yeah! Anche lasciando perdere che sono state originariamente illustrate da Russ Nicholson che è un dio in terra, quanto sono meravigliosi Ygorl e Ssendam?

Annunci

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo DnD: la sfida dei 30 giorni parte 18 su I Discepoli della Manticora.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: