Against The Giants: Il Party

marzo 13, 2013 § Lascia un commento

Steading of the Hill Giant Chief
Steading of the Hill Giant Chief

Un primo sguardo al party

Come accennavo nel post scorso ruguardo la mia malsana idea di giocare l’avventura “Steading of the Hill Giant Chief” così com’era, è per me imprescindibile usare il party dei personaggi pregenerati. Essendo comunque il 2013 e non il 1974 o giu di li, ho trovato interessante fare combaciare i due mondi, lasciando inalterato sistema di gioco e le statistiche (comprese cose di difficile razionalizzazione come la lingua degli allineamenti) ma applicando un po’ di buonsenso all’analisi dei PG creati per l’avventura. In particolare, l’avventura deve rientrare in una versione di Greyhawk in parte rivisitata negli ultimi anni dal nostro gruppo, in quanto tengo moltissimo alla continuity.

Diamo un primo sguardo alla pagina dei pregen e facciamo un po’ di “data mining”.

Due statistiche al volo

  • Allineamento del gruppo – sono 9 personaggi di cui, a livello morale, 5 good e 4 neutrali. A livello “sociale” abbiamo invece 4 legali, 3 neutrali, 2 caotici. Il party è tendenzialmente LG tendente all’NG. Assumendo che si conoscano tutti prima dell’avventura e che siano originari di Keoland, non è difficile pensare che siano personaggi “sanazionati”, mercenari che di quando in quando accettano missioni per conto del bene comune (e della casata regnante Skotti-Lizhal).
  • Razze – 6 umani, 2 elfi, 1 nano. Gli umani si suppone siano tutti nativi di Sterich o Keoland. Sterich è una regione delle Flanaess gemellata con Geoff (la casata dei Qualtaine di Sterich è imparnetata con i Pregmere di Geoff). Diciamo che su 6 umani almeno 4 saranno Suel, 1 Oeridian e diciamo un bastardo. I flan li relegherei a ruoli più barbarici. I due elfi del gruppo Fonkyn Hoddypeak (guerriero-mago) e il bastardo Beek Gwenders (ranger) sono ovviamente olve “alti”, dai capelli scuri e occhi verdi. Nel mio greyhawk, gli elfi sono lontani dallo stereotipo Tolkieniano. Sono per lo più una razza fatata, in parte minacciosa, fortemente legata al mondo parallelo delle “faerie”. Ci sarà un po’ da ragionare per unire questo punto con la capacità di usare la magia per quanto riguarda il primo. Su Beek Gwenders i giochi sono un po’ piu facili invece, evidentemente Beek ha rinnegato la sua parte elfica almeno in parte per aiutare l’umanità a proteggersi dalle minacce della selva. Sul nano, non c’è che l’imbarazzo della scelta, ma diciamo che potrebbe essere originario delle Jotens o delle Crystalmist.
  • I nomi dei PG sono piuttosto ridicoli, per lo più i tipici anagrammi e giochi di parole Gygaxiani. Ad aggravare la cosa, nel Greyhawk che conosciamo, i Cognomi (Skewered, Gwenders, Bulse ecc.) sono di solito identificativi di una casata o di una famiglia (ramo non diretto della casata della regione) e quindi mal si addicono al setting. Rimuginandoci un po’ pensavo che questi potrebbero essere “nomi in codice” generati da qualche folle, magari un mago. I bastardi di nobili origini nella zona di Sterich e Keoland sono chiamati Lion, però nulla vieta a un Lord di istituire una nuova casata, per cui i nostri eroi, vassalli di un qualche lord in cambio di un enorme servigio potrebbe anche aver nobilitato tutte le famiglie Wurp, Bulse, Swerked, Suggil, Hoddypeak, Trantle, Dumple, Dwe’o-mercraeft Gwenders.
  • L’anno in cui si ambienta l’avventura è il 576 CY, ossia 20 anni prima dell’attuale campagna Vento e Fiamme e 7 anni prima delle Guerre. Sterich è ancora governata da Querchard Qualtaine ma il re di Keoland è già Kimbertos Skotti-LIzhal.
  • Statistiche: Cloyer ha 18 dex, Roaky 18 wis, Fonkin dex e cha 18, Flerd 18 cha, Redmod str 18/74, Faffle int 18, Beek dex 18. In pratica 5 PG su 7 hanno almeno un attributo a 18, mica male. I 17 e i 16 fioccano e attributi sotto al 9 non se ne vedono se non il carisma e la wis del nano (che comunque compensa con le stat fisiche).

Concludendo, direi che tutti i PG si conoscano da tempo, che siano parte di una piccola compagnia mercenaria basata in Keoland. Il nome della compagnia di ventura lo lascio ai giocatori. Sul discorso cognomi rimango perplesso, vediamo quale delle soluzioni sembra la migliore.

Setting

Ci sarà ovviamente spazio sulla wiki per approfondire, ma per tagliar corto diciamo che sono 3 le regioni in qualche modo connesse all’avventura

  • Keoland, indirettamente. Keoland è il regno che ha ereditato la tradizione dell’Imperium Suel dopo i cataclismi gemelli. Le casate regnanti sono Rhola e Neheli, anche se il regnante attuale è Kimbertos Skotti di Casa Lizhal.
  • Geoff è dominio di House Pragmere ed è stato vassallo di Keoland
  • Sterich e dominio di House Quantaine, ed è stato vassallo di Keoland

La nostra nuova Greyhawk “revisited” propone alcune visioni alternative sul setting, in particolare il taglio dato è, seppur epico, decisamente più bassomedievale o “low fantasy”. L’incursione di Westeros/Song of Ice And Fire è forte, e in particolare in favore del realismo ho tanto per cominciare rivisitato il popolo elfico (o olve come si dice in Flan) rendendolo molto meno Tolkieniano e molto più Gygaxiano/Shakespeariano, come detto prima.

Prox. post, si passa a parlare dei personaggi singoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Against The Giants: Il Party su I Discepoli della Manticora.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: