Gioca come se giocassi alla 1E

febbraio 15, 2011 § 1 Commento

O piu precisamente, gioca come se non ci fossero regole. Gioca come se il regolamento non esistesse. Chi non ricorda le prime meravigliose ore di gioco, quando il regolamento non era che qualcosa di fumoso e indistinto? Quando ancora credevi che non ci fossero limiti alla fantasia e all’immaginazione? Spesso ho la sensazione che quell’atmosfera sia stata in qualche modo rovinata, disgregata negli anni dalla conoscenza del regolamento. Spesso anche senza rendercene conto, prendiamo in considerazione le nostre possibilità solo limitatamente, all’interno delle opzioni che il sistema adottato ci da. A volte faccio un piccolo esercizio di stile, e cerco di giocare, o arbitrare, come se stessi giocando con un regolamento diverso. E come cambia l’orizzonte di scelta!

Non si tratta di un problema del giorno d’oggi. D&D è nato da un gioco di miniature, che a livello di interpretazione non era molto diverso dall’odierno  World of Warcraft. In qualsiasi periodo storico, ci sono stati giocatori abbagliati dal regolamento. La mia domanda però, alla quale prego di pensare anche per un solo minuto è: quando abbiamo conosicuto il GDR per la prima volta, quando si nè accesa la scintilla del giocatore, qquel’era la cosa che ci esaltava per davvero? Dubito fosse il fatto di provare una nuova classe, o di sapere che al quinto livello avrei avuto la palla di fuoco. Quello che a me faceva girar la testa era sapere che potevo fare di tutto, che potevo interpretare qualsiasi personaggio e calarlo nei mondi che erano proprietà solo degli scrittori dei libri che leggevo. Avere la possibilità di far parte di una grande storia. E il buon senso, piu che il regolamento, guidava i personaggi durante l’avventura.

Non si tratta di un’ennesimo scontro tra simulazione e astrazione. Personalmente, anche se pare assurdo, amo i giochi simulazionisti piu di quelli prettamente astratti. Pathfinder non pende precisamente in nessuno dei due territori (anche se tende l simulazionismo) seppur legato storicamente ad un sistema che spesso è assurdo in favore di un bilanciamento del gioco, eppure PF mi piace molto. Magari per l’amore che gli sviluppatori ci stanno mettendo, per la cura e la serietà nello sviluppo del setting e del gioco. Si tratta di cercare alle origini, quali sono gli elementi che rendono grande una partita, levando pezzo per pezzo tutto il superfluo. A questo punto il regolamento stesso non serve piu di tanto. Io mi trovo a mio agio nella terminologia di D&D, con la sua classe d’armatura e i punti ferita, ma concettualmente, il regolamento è qualcosa di ampiamente sostituibile, se tendiamo ad ignorarlo.

Do un esrcizio a tutti. la prossima volta che giocate, OSATE. Fate finta di stare giocando con un altro sistema di regole, vediamo che succede.

FAQ (ovvero tanto le so già le obiezioni)

Q: Se non tengo in considerazione il regolamento, come posso ottimizzare il mio PG? Non voglio che muoia al primo scontro per cui devo ottimizzare le mie scelte, valutandole sulle basi del regolamento.

A: Non puoi e non devi. Il PG va creato sulla base di un concept. Se hai chiara la storia del tuo PG le caratteristiche vengono da sole. Se il tuo personaggio morirà al primo scontro, che cosi sia. In questo gioco non si vince e non si perde, neppure quando il tuo personaggio muore. Interpetare il PG è l’unico modo di vincere, se vogliamo, anche se il PG è un perdente. L’unico regolamento che devi tenere in mente è quello del mondo che ci circonda. C’è una legge che dice che gli oggetti tendono a cadre a terra se li lasci sospesi nell’aria. La prossima volta che ti troverai nascosto dietro a una colonna in un tempio di una divinità del dolore, cerca di immedesimarti nel luogo, sentire i canti ipnotici dei sacerdoti, l’odore del sangue bruciato nell’aria. Se il DM è un buon giocatore a sua volta, tenderà ad assecondare la storia, piegando e distorcendo il regolamento per permettere al puo personaggio di fare quel che vuole, anche se normalmente le tue azioni non hanno un riscontro preciso in meccaniche pure. E’ cosi che si giocava un tempo, ed era il modo corretto, per quanto se ne possa discutere oggi.

Q: Se il mio DM non è cosi bravo e alla fine si divertono solo i miei compagni che hanno minmaxato ogni numero sulla scheda?

A: In quel caso il tuo DM ha perso. Hanno perso tutti il gusto del GDR e stanno facendo qualcosa che non è piu GDR ma G e basta. Tanto vale che facciano un salto al Luna Park. Questo non blocca il bravo giocatore dall’impersonare bene il proprio personaggio. Io ho ricordi meravigliosi di avventure orrende con PNG orrendi arbitrate da DM orrendi. Quel che pensavo era al mio personaggio, a cosa stava pensando, a come viveva la situazione. Abbozzavo disegni, tralasciavo le merdate isolandomi sulla storia e cercavo di ricostruirla in parte nel mio cervello. In questo modo, tu vinci, gli altri perdono.

Annunci

Tag:, ,

§ Una risposta a Gioca come se giocassi alla 1E

  • Malleus ha detto:

    Abbandonare il sapere per far volare libera l’immaginazione.
    Mi ricordo la mia prima seduta da GDR (a 13 anni) ovviamente ad Advanced D&D in cui un master “grande” avrà (avuto 20 anni ) ci descriveva un palzzo perduto nella foresta…
    La sensazione che mi ricordo era proprio quella di libertà, non mi sembrava quasi vero di poter fare per la pima volta veramente quello che volevo.
    Ed è lo stesso motivo per cui ci gioco ancora oggi; evadere dalla realtà, dallo schifo quotidiano ed entrare nel modo dei sogni, dove tutto è possibile.
    Mi piacerebbe che tutti condividessero questo sentimento quando giocano di ruolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Gioca come se giocassi alla 1E su I Discepoli della Manticora.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: