Senso della Misura

gennaio 30, 2009 § 5 commenti

Nessuno dice che non si dovrebbe tentare di uccidere il tarrasque. Dico solo che non andrebbe fatto per noia.

Nessuno dice che non si dovrebbe tentare di uccidere il tarrasque. Dico solo che non andrebbe fatto per noia.

Non sono mai stato un indefesso sostenitore del GDR “low powered”, per quanto abbia sempre avuto la fissa del realismo, del senso della misura, della connessione con la realtà. Non ho nulla contro i giocatori che portano al tavolo guerrieri di ventesimo livello con quattro attributi a 18 e il resto a 16, o contro combinaizoni letali di incantesimi e armi magiche super potenziate. Quello che impongo però, è che i giocatori siano “coscienti” del loro livello di potere. Un guerriero con forza 18 è effettivamente uno degli uomini piu forti della terra, capace di (scusate la disfuzione professionale :)) staccare da terra oltre trecento-quattrocento chili di peso. Non ce ne sono tanti. Anche se la matematica ci dice che un uomo su 216 è cosi forte, dovremmo considerare che in realtà uno su 216 EROI è cosi forte.

E’ probabile che la media degli esseri umani abbiano abilità che si aggirano attorno all'”8″, con 10 che indica un valore dicreto: un uomo che pratica un lavoro pesante oppure un uomo sedentario che fa regolare attività fisica. Un guerriero con forza 12 non è un “debole”. Comunque imprime ai propri colpi abbastanza energia da poter sensibilmente alterare la possibilità di frantumare un oggetto, o di uccidere un uomo con un fendente. Un uomo con intelligenza 8 non è “stupido” piu di quanto non lo sia il commesso del supermercato o l’amico del bar. semplicemente non puoi considerarlo “eccezionalmente” brillante. Insisto sempre perchè i giocatori abbiano coscenza dei propri punteggi quando li sistemano sulla scheda. Dovrebbe essere chiaro che non tutti i guerrieri debbano avere foreza 18, o tutti i maghi intelligenza 18, ancora di piu valido dalla 3a edizione in poi dato che le caratteristiche possono aumentare con l’avanzamento di livello.

Un modo brutale ed efficace fu quello di giocare una qualche avventura imponendo limiti pesanti alle caratteristiche. Creai un party di PG le cui caratteristiche andavano da 6 a un massimo di 12, con un paio di 14 per la destrezza del ladro e la forza del gueriero. I PG erano uomini comuni, con 4 pf base e armi improvvisate come randelli o un arco da caccia. Premendo su questo, la prima volta che si sono trovati sottomano un personaggio standard come il guerriero con 13 pf, CON 16 e STR 16, si sono improvvisamente resi conto di cosa le caratteristiche volevano dire. Non bisogna scordarsi che DEX 18 è Bruce Lee, Str 16-18 potrebbe essere un Tyson dei vecchi tempi, anche se ora esiste il fattore avanzamento che permette agli attributi di crescere fino al 23, bisognerebbe rendersi conto che si tratta di uno su 216 EROI che è iuscito a sopravvivere per 20 livelli. Un caso unico in una generazione. Questo concetto vale per tutto il resto: punti ferita, oggetti magici, classi, mostri… credo che in alcuni casi bisognerebbe spingere sul realismo per potere godere appieno delle potenzialità del gioco e soprattutto dell’interpretazione. Se si mangiano tartufi e caviale tutti i giorni, o si cammina per i corridoi del Louvre tutti i giorni della propria vita, l’eccezionale tende a perdere significato.

Detto questo: evviva gli eroi spropositati capaci di smantellare un golem a mani nude, o oggetti magici che possono sbriciolare un castello stando seduti comodamente nel proprio laboratorio… purchè esista una “cognizione” precisa del potere.

Nota: questo vale soprattutto per i DM: quando le guardie della milizia di un villaggio di 100 persone sono guerrieri di 5o in corazza di piastre, specializzati in spada bastarda, è normale che i PG perdano il senso della misura. Ricordiamoci che la specializzazione in un arma è una cosa del tutto straordinaria, raggiungibile da pochi straordinari individui che investono tempo e risorse a conoscere la prioa arma nel miglior modo possibile. Credo che ogni cosa andrebbe messa con il contagocce…

Annunci

Tag:, , , ,

§ 5 risposte a Senso della Misura

  • Ale ha detto:

    Parole sante!
    Purtroppo spesso in D&D si tende a deviare il senso dei punteggi di caratteristica e del potere di un personaggio, perchè è il meccanismo stesso del gioco che invita a farlo..
    Ma mi trovi pienamente d’accordo sul senso del tuo discorso: quando è facile ottenere punteggi strepitosi e poteri, il senso della meraviglia viene meno, i nemici non spaventano più.
    Non sei l’unico ad aver fatto provare ai propri PG l’ebbrezza di avere personaggi con punteggi massimi di 13 o 14! Nella mia precedente campagna (AD&D) i PG erano eroi comuni, e solo le più alte cariche dell’esercito o eroi leggendari potevano vantare un 18 in Forza!
    Ovviamente, come riassumi alla fine, questo deve valere anche i nemici (le guardie sono generalmente guerrieri di 1°liv SEMPRE, non dovrebbero crescere con i personaggi durante la campagna!! :)), altrimenti il DM perde egli stesso di credibilità!

    Passa a trovarmi, ciao
    Ale

    sussurrodieven.blogspot.com

  • Ursha ha detto:

    Dico semplicemente geniale, è la prima volta che passo di qui, ma dovrò cominciare a seguirti assiduamente.

  • Mick ha detto:

    Grazie mille, ora che so che la mia follia è capita da altri, non avrò più freni!

  • […] I discepoli della manticora – Il senso della misura […]

  • […] Senso della Misura January 2009 4 comments 3 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Senso della Misura su I Discepoli della Manticora.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: